Viaggio in Molise: Campobasso

La città di Campobasso, capoluogo della regione Molise, presenta un centro storico interessante e ricco di bellezze architettoniche, storiche ed artistiche da scoprire. Situata a quota 701 m. s.l.m., compresa tra le valli dei fiumi Biferno e Fortore e circondata da un bellissimo paesaggio a tratti montuoso ed a tratti collinare, questa cittadina di circa 49.000 abitanti, è una vera sorpresa agli occhi del turista che la sceglie come meta di viaggio.

Campobasso
Castello Manforte

Da vedere a Campobasso:

La Collina Manforte è il simbolo della città: in epoca pre-romana era il popolo italico dei Sanniti a vivere in questo luogo e furono loro a “gettare le fondamenta” di Campobasso. Il nucleo più antico della città attuale è invece di impianto medievale. Posto sulla cima della collina, si trova il meraviglioso Castello Manforte, che dalla quota di 790 m. s.l.m. domina l’abitato. Esistente già da prima del 1375, venne restaurato in seguito al terremoto del 1456 dal conte Nicola II Manforte, dalla quale ha preso il nome.

Campobasso
Castello Manforte
Campobasso
Castello Manforte visto dalla parte bassa della città
Campobasso
Veduta dei Monti del Matese e della Majella dalla piazza del Castello Manforte

Davanti al Castello si trova la splendida Chiesa di Santa Maria Maggiore o Santuario di Santa Maria del Monte, anch’essa risalente a prima del 1354. Affidata alla cura dei Frati Cappuccini nel XVI secolo, è edificata in stile romanico.

Campobasso
Chiesa di Santa Maria del Monte
Campobasso
Veduta di Campobasso

Scendendo dall’alberato Viale della Rimembranza, si incontra la graziosa Chiesa di San Giorgio, dedicata al santo patrono della città. Risalente al X secolo, sorge sulle rovine di un tempio pagano. E’ costruita in stile pre-romanico e romanico.

Campobasso
Chiesa di San Giorgio
Campobasso
Chiesa di San Giorgio

Continuando a scendere su delle comode scalinate, poco dopo la Chiesa di San Giorgio, si trova una delle più antiche chiese in stile romanico di Campobasso: la Chiesa di San Bartolomeo risalente alla metà del XIII secolo.

Campobasso
Chiesa di San Bartolomeo

Accanto alla Chiesa si trova la Torre Terzano, risalente al XIII secolo e restaurata nel XV dalla famiglia dei Manforte. Essa era una parte delle mura difensive della città durante il periodo medievale ed è costruita in pietra grezza di montagna, con una pianta circolare. Secondo una leggenda del XVI secolo, nella torre fu imprigionata Delicata Civerra, una ragazza innamorata di Fonzo Mastrangelo. I due giovani facevano parte di due famiglie rivali (Crociati e Trinitari) e per questo impossibilitati a vivere liberamente il loro amore. Rinchiusa nella Torre, Delicata morì per la disperazione, mentre Fonzo, costretto al servizio militare lontano da casa, tornò a Campobasso e, saputo della morte della sua amata, si fece monaco.

Campobasso
Torre Terzano con la Chiesa di San Giorgio sullo sfondo

Scendendo dalla parte più alta della città, di origine medievale, a quella più bassa, edificata nell’Ottocento e denominata “città murattiana”, si incontrano ampi viali, piazze, grandi palazzi gentilizi ed orti botanici che valsero a Campobasso l’appellativo di “città-giardino”. Nella centralissima piazza Gabriele Pepe, si trova il principale luogo di culto cattolico del capoluogo: la Cattedrale della Santissima Trinità: essa fu edificata in stile neoclassico nel 1504, per volere dell’allora feudatario della città, Andrea de Capoa. In seguito al terremoto del 1860, fu ricostruita (XIX secolo) su progetto dell’architetto ed urbanista Bernardino Musenga, che ha progettato anche l’impianto urbano della parte piana di Campobasso.

Campobasso
Cattedrale della Santissima Trinità e Teatro Savoia in Piazza G.Pepe

Accanto alla Cattedrale si trova il bellissimo Teatro Savoia, costruito nel 1923-25 con una facciata costituita da linee semplici e regolari ed elementi decorativi in stile liberty.

Campobasso
Teatro Savoia

La Chiesa di San Leonardo, una delle chiese della città, venne completata nel XIV secolo e fu costruita in stile romanico con un portale di ingresso di ispirazione gotica. Venne fondata nel 1300 e gestita dall’ordine dei Domenicani. Divenne la chiesa principale della città durante il periodo medievale, a metà strada tra il Castello e le mura esterne di Campobasso. Dopo aver subito danni durante il terremoto del 1456 fu ricostruita ed ampliata fino al suo attuale aspetto.

Campobasso
Chiesa di San Leonardo

Corso Vittorio Emanuele II, viale principale del centro, è ricco di palazzi gentilizi e negozi ed è il luogo ideale per lo shopping cittadino. Da qui si raggiunge Palazzo San Giorgio, costruito nel 1824-1878 ed attuale sede del Municipio.

Campobasso
Corso Vittorio Emanuele II
Campobasso
Palazzo San Giorgio,sede del Municipio

Campobasso è una meta ideale per chi ama scoprire la bellezza del territorio italiano. Città tranquilla, a metà strada tra i monti dell’Appennino ed il Mar Adriatico, è capace di regalare emozioni e stupore con il fascino del suo centro che, passando dal medioevo all’Ottocento fino agli anni più recenti, ci racconta un’ affascinante parte di storia di questo meraviglioso angolo della nostra penisola.

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑