Trekking in Abruzzo: in cammino da Santo Stefano di Sessanio a Rocca Calascio

Il Sentiero bianco-rosso n° 267 collega, tramite una strada bianca, l’incantevole borgo di Santo Stefano di Sessanio alla famosissima Rocca Calascio, all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, in provincia dell’Aquila. Questo percorso è sicuramente uno dei più suggestivi e belli della regione Abruzzo, vista la qualità dei borghi che collega e degli scenari che si incontrano lungo il cammino.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Trekking da Santo Stefano di Sessanio a Rocca Calascio

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Lago di Santo Stefano di Sessanio
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Costarelle – m 1270 s.l.m.

Si parte dal centro di Santo Stefano di Sessanio, a quota 1251 metri s.l.m., ma volendo si può partire anche dal sottostante laghetto o dalle vicine Costarelle (1270 metri), per evitare di fare il primo tratto su strada asfaltata. Si prosegue discendendo su una strada brecciata (con tratti in asfalto) che attraversa uno splendido altopiano.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Sentiero n° 267
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
In cammino sul sentiero n° 267
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Indicazioni

Qui, tra il canto degli uccellini ed il loro volo frenetico da un arbusto all’altro, è possibile incontrare varie specie di mammiferi: nel giro di pochi minuti abbiamo avvistato una grossa lepre, due caprioli ed un gruppo molto numeroso di cinghiali con cuccioli a seguito. Avvistamenti lontani ma comunque emozionanti.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Un gruppo di cinghiali incontrati lungo il cammino
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Paesaggio lungo l’escursione

Al primo bivio si prosegue sulla sinistra, lasciandosi alla spalle la strada brecciata per proseguire, in salita, su un ben visibile sentiero di terra battuta.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Primo bivio sul sentiero n° 267
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Fioriture di Primavera
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Sentiero n° 267

Si prosegue fino ad incrociare nuovamente una comoda strada bianca che conduce con poco dislivello al vallone della Val Pareta.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Sentiero n° 267
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
In cammino sul sentiero n° 267
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Prato

Si arriva così ad un secondo bivio: qui si prende il sentiero sulla destra che sale a mezza costa. Dopo poco tempo si aprirà davanti agli occhi la splendida vista sul Castello di Rocca Calascio.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Secondo bivio: si prosegue sulla destra per salire a Rocca Calascio
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
In cammino sul sentiero n° 267
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Paesaggio sull’altopiano sottostante

Sempre in salita si giunge prima alla bellissima Chiesa di Santa Maria della Pietà e poi da qui si può visitare il vicino Castello (quota 1460 metri sl.m.) e fermarsi per rifocillarsi tra i ruderi di questa meravigliosa Rocca di origine normanna. Per leggere di più su Rocca Calascio clicca qui.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Arrivo a Rocca Calascio – Veduta sulla Chiesa di Santa Maria della Pietà
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Chiesa di Santa Maria della Pietà
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Castello di Rocca Calascio

Dopo una meritata sosta per scoprire ed assaporare la bellezza del luogo, il ritorno è sullo stesso percorso dell’andata. Ci si lascia così alle spalle uno dei luoghi più famosi e suggestivi d’Abruzzo. Rocca Calascio è raggiungibile anche in auto, ma arrivare in questo luogo magico a piedi ha tutto un altro potere emotivo.

Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Castello di Rocca Calascio
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Castello di Rocca Calascio
Santo Stefano di Sessanio - Rocca Calascio
Panorama da Rocca Calascio

Consigliata una visita al borgo di Santo Stefano di Sessanio (potete leggere maggiori informazioni su questo piccolo centro storico dell’aquilano cliccando qui). Il sentiero è di facile percorrenza ed adatto a tutti. Si consigliano scarpe da trekking e bastoncini telescopici per aiutarsi nel cammino. Il sentiero è tutto scoperto e privo di ombra: consigliato cappello e crema solare per proteggersi dai raggi solari molto forti. Sconsigliamo di fare questa escursione in giornate molto calde. Cliccando qui troverete le coordinate gps del trekking su Wikiloc.

Altre immagini dell’escursione:

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑