Arte e storia in Abruzzo: alla scoperta di Bominaco

Nella splendida cornice dell’Altopiano di Navelli si trova una delle mete irrinunciabili in Abruzzo per chi ama l’arte e la storia: il piccolo borgo medievale di Bominaco. Situato a circa 1000 metri di altitudine, è l’unica frazione del comune di Caporciano (L’Aquila) e conta circa 58 abitanti.

Castello di Bominaco
All’interno del Castello di Bominaco

In passato Bominaco faceva parte di un antico complesso monastico dell’ordine dei Benedettini: era uno dei possedimenti dei monaci di Farfa mentre in seguito passò ai vescovi di Valva. Conosciuta con il nome di Momenaco, era sulla strada di un tratturo per raggiungere il Mare Adriatico e per questo rappresentava un punto di sosta importante dell’epoca.

Castello di Bominaco
Veduta del centro abitato di Bominaco
Bominaco
Il centro abitato di Bominaco
Chiesa di Santa Maria Assunta Bominaco
Facciata della Chiesa di Santa Maria Assunta

Di notevole pregio sono le due Chiese medievali: la Chiesa abbaziale di Santa Maria Assunta venne costruita tra l’XI e il XII secolo d.C. e fu consacrata nel 1233. Splendido esempio di architettura romanica abruzzese è stata dichiarata nel 1902 Monumento Nazionale.

Chiesa di Santa Maria Assunta Bominaco
Abside sul retro della Chiesa di Santa Maria Assunta
Chiesa di Santa Maria Assunta Bominaco
Chiesa di Santa Maria Assunta
Oratorio di San Pellegrino Bominaco
Oratorio di San Pellegrino

L’Oratorio di San Pellegrino, secondo la tradizione, fu ricostruito nel 1263 su una chiesa inaugurata da Carlo Magno. Realizzata in stile romanico le sue pareti interne sono completamente coperte da affreschi che rappresentano una importantissima testimonianza della pittura medioevale abruzzese. Gli affreschi, opere di pittori noti come “Maestro della Passione”, “Maestro dell’Infanzia” e “Miniaturista”, rappresentano vari cicli: la nascita e la vita e la Passione di Cristo, il Giudizio Universale, la storia di San Pellegrino e di altri santi. Dal 1902 la Chiesa è stata riconosciuta Monumento Nazionale.

Oratorio di San Pellegrino Bominaco
Oratorio di San Pellegrino
Oratorio di San Pellegrino Bominaco
L’interno dell’ Oratorio di San Pellegrino
Oratorio di San Pellegrino Bominaco
Particolare degli affreschi all’interno dell’ Oratorio di San Pellegrino

Nei pressi delle due Chiese comincia il cammino verso i ruderi del bellissimo Castello di Bominaco. Il primo tratto del percorso è composto da gradini di pietra che salgono fino alla fortezza, regalando al visitatore vedute mozzafiato sull’altopiano e sul centro abitato sottostanti. Arrivati al Castello si può visitare il suo interno liberamente attraversando l’arco in pietra che rappresenta l’unico accesso.

Castello di Bominaco
Inizio del Sentiero verso il Castello
Castello di Bominaco
In salita verso il Castello
Castello di Bominaco
Castello di Bominaco

Il Castello si trova in una posizione dominante sull’Altopiano di Navelli: la struttura iniziale risale al XII secolo ma venne ricostruito nel XV secolo dopo la sua distruzione da parte del condottiero Braccio da Montone nel 1424. La sua funzione era quella di castello-recinto: era all’interno delle sue possenti mura a base trapezoidale che le popolazioni limitrofe si rifugiavano in caso di pericolo.

Castello di Bominaco
Ingresso al Castello
Castello di Bominaco
Ruderi all’interno del Castello con Caporciano sullo sfondo
Castello di Bominaco
Torre del Castello

La camminata poi prosegue in discesa lungo una comoda strada sterrata che in pochi minuti ci ricondurrà al centro abitato di Bominaco ed al parcheggio delle Chiese medievali, dove era cominciata l’Anello alla scoperta di questo meraviglioso borgo: culla di arte, storia, natura e bellezza. Cliccando qui troverete il link per seguire il percorso di uno dei luoghi più affascinanti d’Abruzzo.

Castello di Bominaco
Percorso intorno al Castello
Castello di Bominaco
Castello di Bominaco
Castello di Bominaco
Altare e cappella dedicata all’Arcangelo Michele
Bominaco
Il centro abitato di Bominaco

Da vedere nei dintorni di Bominaco:

Comments are closed.

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑